SOLE DONNA C’E’…

 

Come l’esperienza della malattia può diventare rinascita

Ebbene sì, la bestia è stata individuata, il male è stato diagnosticato, e tu ti senti sconcertata: come è possibile, perchè io, cosa ho fatto per meritarmi questa punizione??

Poi le cure, l’intervento, la speranza…ma …com’è che non mi sento sollevata? Perché c’è ancora questa inquietudine dentro? E …accidenti, il braccio mi dà fastidio e per accedere ai trattamenti c’è da attendere settimane o mesi…

Ma, finalmente, qualcuno ti dice che c’è un’associazione, un gruppo di donne come te, che dopo aver vissuto quello che sta capitando a te ha deciso di unire le forze per aiutare altre come loro, confortandole e regalando loro interventi concreti…e allora telefoni, e ti risponde una voce gentile, che ti ascolta e ti consiglia fin da subito, e ti apre le porte: al primo appuntamento trovi altre donne che già frequentano l’associazione, e cominci subito a sentirti più serena, in fondo, guarda quante donne stanno vivendo la tua stessa sorte…Poi, semplici e pratici consigli su come muoverti, quali esercizi fare per aiutare il braccio operato, come alimentarti…alcune non li avevi sentiti neanche dai medici! E ancora, la massoterapia seguita da pressoterapia, eseguita da un professionista esperto ed empatico, che offre immediato sollievo, anche se non definitivo, al tuo braccio…